Loading color scheme

Lady Macbeth : dalla parte sbagliata del mondo.

 

Un’antico motore lascia il palcoscenico dopo aver scarrozzato degli assassini : siamo sulla scena delle ‘Eumenidi’ di Eschilo, ben diretto da Davide Livermore per il ‘Teatro Greco’ di Siracusa lo scorso luglio-agosto 2021. Eccellente quindi è stato il riproporre questo tema nel ‘Macbeth’, che Davide Livermore sta presentando con successo al ‘Teatro alla Scala’ di Milano https://www.teatroallascala.org : una elegante auto-mobile d’altri tempi si fa mezzo - non imputabile - del delitto. (Ho commentato ‘Eumenidi’ in ‘Angoscia assolta nel Tribunale degli dèi’ https://tutorsalus.net/index.php/246-angoscia-assolta-nel-tribunale-degli-dei-fra-consensi-e-disagio-il-teatro-antico).

 

 

“…Hie thee hither 

That I may pour my spirits in thine ear; 

And chastise with the valour of my tongue

All that impedes thee from the  golden round

Which fate and metaphysical aid doth seem

To have thee crown'd withal.[1]»

Non sono frequenti gli assassini seriali al femminile ma Lady Macbeth ne veste assai elegantemente il ruolo, restituendone il carattere assiduo e sfuggente al tempo stesso che William Shakespeare immaginò quando - in quella che resta la sua tragedia più breve - non volle eccessivamente definire la Lady, lasciando a colei che di volta in volta l’avrebbe portata in scena di aggiungere quel qualcosa di speciale che la rende intramontabile nemico.

Esorta il suo uomo - la donna assurta a Lady del nobile Macbeth – perché lui torni a farsi ricettivo della lingua di colei che per istinto ‘sa’ farsi maschio alla bisogna e può versargli nelle orecchie quel crudele e necessario know-how da cui egli, ora, è impedito. Vittima dunque Lord Macbeth ?

Questo nobile perdente, preso dalla lussuria dei parvenu per un regno che sarà sconfitto è sì vittima, ma del suo stesso restar celibe[2], del suo cioè non voler entrare nel merito – o demerito – femminile e restarsene ai margini, incontaminato ed inutile.

Quanto a Lady Macbeth - che evidentemente soffre nel trovarsi dalla parte sbagliata del mondo, in quanto è femmina e non maschio - incuriosisce il lavoro della interprete, diretta dal notevole Davide Livermore ed in scena in questi giorni al ‘Teatro alla Scala’ di Milano, perché Lady ‘deve’ farsi piacere il male… Il che può essere un gioco molto pericoloso.

E lo sappiamo bene purtroppo, quando non sappiamo coglierlo nemmeno nei nostri bambini.

 

                                                                                                      Marina Bilotta Membretti, Cernusco sul Naviglio 28 dicembre 2021

 

 

[1] ‘Macbeth’ (1605-1608), di W.Shakespeare - Atto I scena V

[2] ‘Il sogno dell’ “uomo sposato”’, in ‘THINK!’ di Giacomo B. Contri – 25 giugno 2007.